Concorso lanciato da Terna, società che si occupa di energia. I fotografi possono candidarsi fino al 31 agosto sulla piattaforma premiodrivingenergy.terna.it. Nel segno dei valori di apertura e inclusività che caratterizzano il premio l’iscrizione è completamente gratuita.

Fino al 31 agosto 2022 sono aperte le iscrizioni al “Premio Driving Energy 2022 – Fotografia Contemporanea“, il concorso fotografico lanciato da Terna al fine di promuovere lo sviluppo culturale del Paese e dei nuovi talenti del settore.
Il concorso, curato da Marco Delogu, recentemente nominato Presidente del Consiglio di Amministrazione dell’Azienda Speciale Palaexpo, è dedicato a tutti i fotografi, dilettanti e professionisti, che verranno divisi in due categorie: Giovani (fino ai 30 anni) e Senior (dai 31 anni).
Sul sito ufficiale del Premio, premiodrivingenergy.terna.it, unico canale attraverso il quale è possibile iscriversi e partecipare, è disponibile il regolamento completo del concorso con le modalità di partecipazione: ogni candidato potrà iscrivere un solo lavoro fotografico, composto, a propria scelta, da una o più fotografie, di qualsiasi genere e orientamento stilistico, in bianco e nero o a colori. Nel segno dei valori di apertura e inclusività che caratterizzano il premio, l’iscrizione è completamente gratuita.
La giuria è composta da Salvatore Settis, storico dell’arte e accademico, Lorenza Bravetta, curatrice del settore Fotografia, cinema e nuovi media presso La Triennale di Milano, Elisa Medde, editor, curatrice e scrittrice di fotografia, Emanuele Trevi, scrittore e critico letterario, Premio Strega 2021, Jasmine Trinca, attrice e regista, e Massimiliano Paolucci, direttore Relazioni Esterne, Affari Istituzionali e Sostenibilità di Terna.

Massimiliano Paolucci, Stefano Donnarumma, Lorenza Bravetta, Marco Delogu – Courtesy Terna

La collaborazione di questi nomi con il Premio Driving Energy conferma l’obiettivo di Terna di mettere a disposizione del Premio una Giuria autorevole, costruita all’insegna dell’interdisciplinarietà,  e l’impegno dell’azienda nel realizzare un progetto di alto profilo culturale, in grado di generare valore durevole e diventare un punto di svolta per i fotografi. Il concorso vuole, infatti, essere uno strumento ampio e inclusivo per testimoniare che la fotografia è un linguaggio trasversale dell’arte, in grado di restituire una visione artistica della mission di Terna, nel suo ruolo di regista e abilitatore della transizione energetica.
Tra i lavori fotografici finalisti, selezionati dai sei componenti della giuria, supportati, oltre che dal curatore Marco Delogu, anche dal Comitato di Presidenza del Premio, composto da Valentina Bosetti e Stefano Donnarumma, rispettivamente Presidente e Amministratore Delegato di Terna, saranno scelti i cinque vincitori del concorso: Senior, che si aggiudicherà un premio di 15.000 euro, Giovane, al quale verrà consegnato un premio di 5.000 euro, e tre Menzioni Speciali, a ciascuna delle quali verrà riconosciuto un premio di 2.000 euro.
Il tema della prima edizione del Premio, che ha ricevuto la Medaglia del Presidente della Repubblica, è “Cameras on Driving Energy“: i fotografi sono invitati a volgere il loro sguardo sulla contemporaneità per restituire una visione artistica della mission di Terna, nel suo ruolo di regista e abilitatore della transizione energetica.

Marco Delogu – Curatore del progetto – Courtesy Terna

Questo Premio nasce all’insegna di un’affinità, che definirei genetica, tra l’arte fotografica e la trasmissione dell’energia. Figlie della stessa rivoluzione industriale, sono state fondamentali per la nascita e l’evoluzione del mondo di oggi. La fotografia è la madre di tutti i linguaggi contemporanei che si fondano sulla riproducibilità tecnica. La trasmissione dell’energia elettrica è, in ogni settore delle nostre vite, la madre delle soluzioni tecnologiche su cui si fonda la contemporaneità. Per questo il dialogo tra Terna e l’arte fotografica è iniziato in modo naturale e abbiamo voluto che culminasse in questo Premio, che ha anche l’obiettivo di costruire negli anni un capitolo importante della fotografia in Italia“, ha dichiarato Marco Delogu, curatore del progetto.
I lavori fotografici finalisti verranno esposti a novembre in una mostra allestita da Terna a Roma, al Palazzo delle Esposizioni, che verrà inaugurata con la proclamazione dei cinque vincitori e sarà aperta gratuitamente al pubblico. Inoltre, saranno pubblicati nella terza edizione del volume fotografico “Driving Energy“, quest’anno declinato come catalogo ufficiale del Premio.

GIURIA
Salvatore Settis
Storico dell’arte, archeologo, accademico
Nel 1976 è Professore ordinario di Archeologia greca e romana all’Università di Pisa. Nel 1985 è docente di Archeologia classica presso la Normale di Pisa, che ha poi diretto dal 1999 al 2010. Dal 1994 al 1999 è direttore del Getty Museum di Los Angeles. Ha due lauree Honoris Causa (Architettura, Giurisprudenza) ed è Grande Ufficiale dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana. Autore di saggi sulla tutela del patrimonio culturale e paesaggistico italiano, è stato anche curatore nei settori fotografia e arte contemporanea.
Lorenza Bravetta
Consulente nel campo della fotografia e curatrice del settore Fotografia, cinema e nuovi media presso La Triennale di Milano
Per tre anni direttrice di Magnum Photos per l’Europa Continentale, ha poi fondato CAMERA – Centro Italiano per la Fotografia ed è stata Consigliere del Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo per la valorizzazione del patrimonio fotografico nazionale. Attualmente curatrice del settore Fotografia, cinema e nuovi media presso La Triennale di Milano, è consulente della Fondazione MAST (Bologna) e della Fondazione Querini Stampalia (Venezia), Docente a contratto presso lo IED di Torino e Vicepresidente del Museo di Fotografia Contemporanea (Cinisello Balsamo).
Elisa Medde
Editor, curatrice, scrittrice di fotografia
Elisa Medde edita, cura e scrive di fotografia. Con una formazione in Storia dell'Arte e Studi Fotografici la sua ricerca riflette sulla relazione tra immagine, comunicazione e potere. È nominatrice per il Mack First Book Award, The Leica Oskar Barnack Award e MAST Foundation for Photography Grant. Ha servito in numerose giurie e scritto per Something We Africans Got, Vogue Italia/L'Uomo Vogue, YET Magazine. Elisa è Editor in Chief di Foam Magazine, Amsterdam, con il quale collabora dal 2012.
Massimiliano Paolucci
Direttore Relazioni Esterne, Affari Istituzionali e Sostenibilità di Terna
Tra i più importanti manager della comunicazione in Italia. È stato, tra l’altro: Direttore Relazioni Esterne e Comunicazione in Acea, Direttore delle Relazioni e degli Affari Istituzionali in Condotte, Responsabile Comunicazione in Aeroporti di Roma, Direttore Comunicazione in AISCAT, Direttore della Comunicazione, Condirettore delle Relazioni esterne e Responsabile della Comunicazione di tutte le società partecipate del Gruppo Telecom Italia, Direttore Comunicazione Media del Gruppo Pirelli.
Emanuele Trevi
Critico e scrittore, Premio Strega 2021
Nato a Roma nel 1964. Critico e scrittore, collabora al «Corriere della Sera» e fa parte del comitato di redazione di «Nuovi Argomenti». Ha pubblicato libri di critica (Istruzioni per l’uso del lupo, 1994; Musica distante, 1997; Il viaggio iniziatico, 2014), romanzi (I cani del nulla, 2003; Il libro della gioia perpetua, 2010; Il popolo di legno, 2015), memorie (Senza verso, 2004; Qualcosa di scritto, 2012; Sogni e favole, 2019, Due vite, 2020), libri di viaggio (L’onda del porto, 2005; Ontani a Bali, 2015).
Jasmine Trinca
Attrice e Regista
Jasmine Trinca debutta al cinema giovanissima, nel 2001, ne La stanza del figlio di Nanni Moretti, Palma d'oro al Festival di Cannes. Ha lavorato con autori come Marco Tullio Giordana, i fratelli Taviani, Valeria Golino, Sergio Castellitto, Ferzan Ozpetek, Alessio Cremonini, ottenendo, tra gli altri, 2 David di Donatello, 2 Nastri d'argento e il Premio per l'interpretazione nella sezione Un Certain Regard del Festival di Cannes. Nel 2022 ha firmato il suo primo film da regista, Marcel!
CURATORE
Marco Delogu
Fotografo, editore, curatore

Esordisce nel mondo della recitazione d’avanguardia fondando nel 1984 il teatro Argot, nel quale si formeranno molti attori italiani poi protagonisti negli anni successivi. Arriva alla fotografia negli anni Novanta, realizzando dapprima campagne pubblicitarie nazionali e internazionali, avviando poi un autonomo percorso di ricerca estetica e tematica. Negli anni successivi è fondatore di iniziative nel settore, manager della cultura, direttore artistico, curatore. Presiede il Consiglio di Amministrazione dell’Azienda Speciale Palaexpo di Roma.